NUR 06 99 500

Seguici su:

NUR - Numero Unico Regionale 06 99 500

Cerca

Pesca e acquacoltura

La Regione ha competenza primaria in materia di pesca e di salvaguardia della fauna ittica nelle acque interne in applicazione della legge regionale del 07 dicembre 1990, N.87.

Provvede quindi, alla pianificazione e la regolamentazione dell’attività di pesca secondo criteri di tutela e sfruttamento sostenibile degli ambienti acquatici dulcacquicoli (bacini e corsi d’acqua dolce) e la valorizzazione e degli ambienti naturali. 

La Regione inoltre, in qualità di organismo intermedio, dà attuazione al Programma Nazionale FEAMPA 2021-2027 in esecuzione al Regolamento che istituisce il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, la Pesca e l’Acquacoltura (FEAMPA), che sostituisce il FEAMP della precedente programmazione 2014-2020.

Tra le attività connesse al settore vi sono il rilascio delle autorizzazioni all’esercizio della pesca professionale, alla pesca del novellame eurialino di risalita, alla pesca in epoca di divieto, allo svolgimento di manifestazioni e di gare di pesca sportiva.

La pesca può essere esercitata in modo professionale, quale attività di lavoro, oppure sportiva o dilettantistica.

Pesca Professionale

La pesca professionale è quella che viene esercitata quale attività di lavoro esclusiva o prevalente a scopo di lucro da pescatori di mestiere in forma singola e associata (imprenditori ittici e da giovani imprenditori ittici di cui al decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4 “Misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura, a norma dell'articolo 28 della legge 4giugno 2010, n. 96).

Per esercitare la pesca professionale è fatto obbligo di munirsi della licenza di pesca professionale (tipo A) ed essere in regola con il versamento delle tasse sulle concessioni regionali valido per un periodo di un anno decorrente dalla data di rilascio della licenza.

Per il rilascio della licenza di pesca professionale va presentata domanda compilata su apposito Modulo, all’Area Decentrata Agricoltura (ADA) competente per territorio con allegati:

  1. due foto tessera uguali e recenti;
  2. fotocopia documento di identità in corso di validità;
  3. attestazione versamento relativo alla tassa e sovrattassa di concessione regionale;
  4. due marche da bollo, ciascuna del valore corrente di € 16,00;
  5. copia della domanda di iscrizione all’INPS nel regime assicurativo relativo al settore pesca o autocertificazione dell’avvenuta presentazione della domanda di iscrizione all’INPS;
  6. certificato di iscrizione alla Camera di commercio per attività di pesca professionale;
  7. fascicolo delle attività di pesca professionale esercitata in forma singola o associata, sottoscritto dall’imprenditore ittico, nel quale siano indicati:
    1. tipologia delle attività di pesca che si intende esercitare ai sensi della Deliberazione del Consiglio Regionale n. 376 del 28/05/1997 così come modificata dalla Deliberazione del Consiglio Regionale n. 116 del 31/07/2002;
    2. descrizione imbarcazioni da pesca eventualmente utilizzate (lunghezza, portata, motorizzazione);

In caso di variazione di residenza rispetto a quella riportata sul documento di identità deve essere allegata autocertificazione della nuova residenza.

Nel caso di richiesta di rinnovo licenza di pesca professionale va allegata la licenza di pesca professionale scaduta.
La durata della licenza di pesca professionale è pari a sei anni ed è rinnovabile alla scadenza.


Pesca sportiva-dilettantistica

Ai sensi dell’articolo 8, comma 3, della L.R. 87/1990, la pesca sportiva o dilettantistica è esercitata da dilettanti nel tempo libero, per diletto, senza scambio dei prodotti catturati e senza lucro.

Ai sensi dell' art. 9 bis della legge regionale e del Regolamento n.7/2019 (D.G.R. n. 232 del 18.04.2019 in esecuzione della L.R. n. 87/90, art. 9 ter) la Licenza di pesca sportiva (Tipo B) è costituita dalla ricevuta di versamento degli importi dovuti ai sensi della tabella A della legge regionale 29 aprile 2013, n. 2, pari ad Euro 29,13 (tassa € 15,69 + sovrattassa € 13,43).  Nella ricevuta di versamento devono essere riportati i dati anagrafici del pescatore (Nome, Cognome e residenza) e la causale del versamento e va esibita, in caso di controllo, unitamente al documento d’identità ed al tesserino segna catture.

Sono esonerati dall’obbligo di licenza e quindi dal pagamento delle tasse regionali le categorie sottoelencate:   

  1. cittadini di età compresa tra i 14 ed i 18 anni se residenti nel Lazio;
  2. cittadini di età inferiore a 14 anni, anche non residenti nel Lazio, che esercitano la pesca con l'uso di una sola canna, con o senza mulinello, purché accompagnati da persona maggiorenne con licenza di pesca che sarà ritenuta responsabile in solido del comportamento del minore negli atti di pesca;
  3. cittadini di età superiore ai 65 anni se residenti nel Lazio;
  4. cittadini disabili con certificazione ai sensi dell’art.3 della legge 104/92 (comma 10 bis, art. 9 legge RL 87/90).

La tassa regionale di €15,69 è ridotta del 50% (€ 7,85 + sovrattassa € 13,43= totale da versare € 21,28) per i residenti nei comuni montani di seguito elencati per provincia: Roma, Frosinone, Rieti, Viterbo, Latina (vedi elenchi riportati scorrendo la pagina).

Per poter praticare l’attività è necessario inoltre munirsi di Tesserino segna catture che viene rilasciato dagli uffici regionali presenti sul territorio di residenza (Aree Decentrate Agricoltura) utilizzando l’apposito modulo, preferibilmente prendendo un appuntamento o delegando l’associazione di appartenenza. Lo stesso va riconsegnato entro il 30 novembre, salvo diversa disposizione come per l’anno in corso. La mancata riconsegna nei tempi previsti comporta l’applicazione della specifica sanzione da 30 a 200 euro. 

Per i cittadini stranieri non residenti e per gli italiani residenti all'estero e l'esercizio della pesca è consentito con le sopra descritte modalità per soli 3 mesi a decorrere dalla data di pagamento.

Modalità di pagamento

  • Bollettino postale su conto corrente Postale n. 63101000
  • Bonifico su IBAN n. IT-75-C-07601-03200-000063101000
  • Pagaonline 

Codice swift/BIC (Bank Identifier Code, per pagamenti internazionali): BPPIITRRXXX
L'importo annuale da versare è di € 29,13 oppure € 21,28 se in misura ridotta.
Causale di versamento: “Licenza pesca sportiva Regione Lazio”

Guardie ittiche volontarie

Le associazioni possono dotarsi di volontari abilitati alla vigilanza in materia di pesca ai sensi dell’art. 42 della L.R. n.87/90. Per conseguire la qualifica di guardia giurata ittica è necessario superare un esame dopo aver seguito il corso della durata minima di 26 ore tenuto dall’ARSIAL 

Normativa

  • L.R. n. 87 del 17/12/1990 - Norme per la tutela del patrimonio ittico e per la disciplina dell’esercizio della pesca nelle acque interne del Lazio.
  • R.R. n. 7 del 16/05/2019 - Disciplina delle modalità per il rilascio della licenza di pesca professionale e delle modalità di rilascio del tesserino segna catture e costituzione dell’elenco dei pescatori professionali.
  • R.R. n. 4 del 08/01/2020Modifiche al Regolamento regionale 16 maggio 2019, n. 7 “Regolamento per la disciplina delle modalità per il rilascio della licenza di pesca professionale delle modalità per il rilascio del tesserino segna catture e costituzione dell’elenco dei pescatori professionali (Legge regionale 7 dicembre 1990, n. 87, come modificata dalla Legge regionale 22 ottobre 2018, n. 7, art. 20)
  • Determinazione n. G01338 del 10/02/2024 - Individuazione dei tratti dei corsi o dei bacini di acqua pubblica, non soggetti a diritti esclusivi di pesca, nei quali possono svolgersi manifestazioni e gare di pesca sportiva nel corso dell'anno 2024.
  • Determinazione n. G01330 del 10/02/2024 - Autorizzazione alla pesca per fecondazione artificiale in epoca di divieto, di riproduttori di Trota Macrostigma lungo il Fiume Fibreno ed il Rio Fontechiari nei Comuni di Broccostella e Fontechiari (FR). Anno 2024
  • Determinazione n. G00960 del 29/01/2024 - Pesca in epoca di divieto a scopo di fecondazione artificiale della specie coregone Coregonus lavaretus e successiva immissione nel Lago di Nemi. Autorizzazione della Ditta Catarci Carlo.
  • Determinazione n. G00521 del 22/01/2024 - L. R. 7 dicembre 1990 n 87, art. 12. Divieto assoluto di pesca alle specie ittiche nel lago di Bolsena fino al 31 gennaio 2024.
  • Determinazione n. G00242 del 14/01/2024 - L.R. 07 Dicembre 1990, n 87, art. 13. Pesca in epoca di divieto a scopo di fecondazione artificiale della specie coregone Coregonus lavaretus e successiva immissione nel Lago di Bolsena. Autorizzazione della Cooperativa pescatori Rinascente, P. IVA 01386290561
  • Determinazione n. G00386 del 16/01/2024 - L.R. 07 Dicembre 1990, n 87, art. 13. Pesca in epoca di divieto a scopo di fecondazione artificiale della specie coregone Coregonus lavaretus e successiva immissione nel Lago di Bracciano. Autorizzazione della Cooperativa pescatori Bracciano, P. IVA 04915381000.
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 732 del 14/11/2023 – Disposizioni in materia di riconsegna dei tesserini segna catture pesca. Differimento termine.
  • Elenco degli attrezzi da pesca consentiti (approvato con DGR n. 916 del 12 luglio 2002 -  Approvazione nuovo elenco deli attrezzi da pesca consentiti nelle acque interne della Regione Lazio.
  • Determinazione n. G02491 del 24/02/2023 - “Disposizioni integrative per la gestione della pesca sportiva e dilettantistica nelle acque interne”.
  • Decreto del Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste n.0152580 del 13/03/2023Nuove disposizioni nazionali per la gestione della pesca della specie Anguilla europea” (Anguilla anguilla).
  • Determinazione G05911 del 8 maggio 2017 - recante I' individuazione dei tratti di corsi e bacini della provincia di Viterbo, ove esercitare la pesca sportiva con la tecnica del “carp fishing”, anche in orario notturno, con obbligo della reimmissione del pesce catturato e relativa disciplina”.
  • Determinazione G01625 17/02/2021 - Gestione della pesca nei bacini e corsi d'acqua ricadenti all'interno del territorio della Riserva Naturale Regionale dei laghi Lungo e Ripasottile. 
  • Determinazione G09171 13/07/2022 - Istituzione pesca "No Kill" assoluta, su tutte le specie ittiche presenti, con rilascio immediato del pesce catturato, nel lago di Scandarello, Comune di Amatrice (RI).
  • Determinazione G01722 16/02/2017 - Istituzione zone di pesca "NO KILL" (immediato rilascio del pescato) nei corsi d'acqua della provincia di Rieti.
  • Determinazione G04174 04/04/2017 - Individuazione dei tratti di corsi e bacini d'acqua pubblici nel territorio della provincia di Rieti ove esercitare la pesca sportiva con tecnica del "carp fishing", anche in orario notturno, con obbligo della reimmissione del pesce catturato e relativa disciplina.
  • Determinazione n. G09154 del 04/07/2023 - Istituzione del divieto temporaneo di pesca sportiva nel tratto del lago di Ventina denominato "spiaggia" ricadente nel comune di Colli sul Velino (RI), Anno 2023
  • Deliberazione Giunta Regionale n. 232 del 18/04/2019 - L.R. n. 87/90, art. 9 ter - Regolamento per la disciplina delle modalità per il rilascio della licenza di pesca professionale delle modalità per il rilascio del tesserino segna catture e costituzione dell'elenco dei pescatori professionali.

 Modulistica

 Link correlati

 

La licenza e quindi il pagamento del bollettino di cui sopra, non è richiesto da parte dei cittadini residenti nel territorio della Regione Lazio di età inferiore ai diciotto anni o superiore ai sessantacinque e ai cittadini diversamente abili, di cui all’art. 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Si riportano le agevolazioni di pagamento per i residenti nei comuni montani come di seguito elencati per provincia

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a e € 21,28 per i residenti nei segg. comuni della Città metropolitana di Roma Capitale (fruitori di agevolazione regionale): 

1) AFFILE 2) AGOSTA 3) ALLUMIERE 4) ANTICOLI CORRADO
5) ARCINAZZO ROMANO 6) ARSOLI 7) ARTENA 8) BELLEGRA
9) CAMERATA NUOVA 10) CANTERANO 11) CAPRANICA PRENES 12) CARPINETO ROMANO
13) CASAPE 14) CASTEL MADAMA 15) CASTEL S.PIETRO R. 16) CAVE
17) CERRETO LAZIALE 18) CERVARA DI ROMA 19) CICILIANO 20) CINETO ROMANO
21) COLONNA 22) FRASCATI 23) GALLICANO NEL LAZIO 24) GENAZZANO
25) GERANO 26) GORGA 27) GROTTAFERRATA 28) JENNE
29) LICENZA 30) MANDELA 31) MARANO EQUO 32) MARCELLINA
33) MONTECOMPATRI 34) MONTEFLAVIO 35) MONTELANICO 36) MONTEPORZIO CATONE
37) MONTORIO ROMANO 38) MORICONE 39) NEROLA 40) OLEVANO ROMANO
41) PALESTRINA 42) PALOMBARA SABINA 43) PERCILE 44) PISONIANO
45) POLI  46) RIOFREDDO 47) ROCCA CANTERANO 48) ROCCA DI CAVE
49) ROCCA DI PAPA 50) ROCCAGIOVINE 51) ROCCA PRIORA 52) ROCCA S. STEFANO
53) ROIATE 54) ROVIANO 55) SAMBUCI 56) SARACINESCO
57) SEGNI 58) S. ANGELO ROMANO 59) S. CESAREO  60) S, GREGORIO DA SAS
61) S. POLO DEI CAVALIERI 62) S. VITO ROMANO 63) SUBIACO 64) TOLFA
65) VALLEPIETRA 66) VALLINFREDA 67) VICOVARO 68) VIVARO ROMANO
69) ZAGAROLO      

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a e € 21,28 per i residenti nei seguenti comuni della Provincia di Frosinone (fruitori di agevolazione regionale): 

COMUNI MONTANI COMUNI C. MONTANA
1.

ACQUAFONDATA

28. PESCOSOLIDO 55. ANAGNI
2.

ACUTO

29. PICINISCO 56. ARCE 
3.

ALATRI

30. PICO 57. AUSONIA
4.

ALVITO

31. PIGLIO 58. BOVILLE ERNICA
5.

AMASENO

32. POSTA FIBRENO 59. BROCCOSTELLA
6.

ARPINO

33. ROCCA D'ARCE 60. CORENO AUSONIA
7.

ATINA

34. S. BIAGIO SARACIN. 61. CASTROCIELO
8.

BELMONTE C.

35. S. DONATO VAL COM. 62. CERVARO
9.

CAMPOLI App.no

36. S. VITTORE NEL LAZIO 63. COLFELICE
10.

CASALATTICO

37. SANTOPADRE 64. ESPERIA
11.

CASALVIERI

38. SERRONE 65. S.G. INCARICO
12.

CASTELLIRI

39. SETTEFRATI 66. S. ANDREA SUL GAR.
13.

CASTELNUOVO PAR.

40. SGURGOLA 67. S. ELIA F. RAPIDO
14.

CASTRO DEI VOLSCI

41. SORA 68. ROCCASECCA
15.

COLLE S. MAGNO

42. SUPINO 69. VALLEMAIO
16.

COLLEPARDO

43. TERELLE 70. FALVATERRA 
17.

FILETTINO

44. TORRE CAJETANI 71. ISOLA DEL LIRI
18.

FIUGGI

45. TREVI NEL LAZIO 72. MSG CAMPANO
19.

FONTANA LIRI

46. TRIVIGLIANO 73. PIEDIMONTE S. GERMANO
20.

FONTECHIARI

47. VALLECORSA 74. PONTECORVO
21.

FUMONE

48. VALLEROTONDA    
22.

GALLINARO

49. VEROLI    
23.

GIULIANO DI ROMA

50. VICALVI    
24.

GUARCINO

51. VICO NEL L AZIO    
25.

MOROLO

52 VILLA LATINA    
26.

PASTENA

53. VILLA S. STEFANO    
27.

PATRICA

54. VITICUSO    

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a euro 29.13 per i residenti negli altri comuni della Provincia di Frosinone.

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a e € 21,28 per i residenti nei seguenti comuni della Provincia di RIETI  (fruitori di agevolazione regionale):

1 Accumoli 31 Mompeo
2 Amatrice 32 Montasola
3 Antrodoco 33 Monte S. Giovanni
4 Ascrea 34 Montebuono
5 Belmonte in Sabina 35 Monteleone Sabino
6 Borbona 36 Montenero Sabino
7 Borgo Velino 37 Morro Reatino
8 Borgorose 38 Nespolo
9 Cantalice 39 Orvino
10 Casaprota 40 Paganico Sabino
11 Casperia 41 Pescorocchiano
12 Castel di Tora 42 Petrella Salto
13 Castel Sant'Angelo 43 Poggio Bustone
14 Cittaducale 44 Poggio Catino
15 Cittareale 45 Poggio Mirteto
16 Collalto Sabino 46 Poggio Moiano
17 Colle di Tora 47 Poggio S. Lorenzo
18 Collegiove 48 Posta
19 Colli sul Velino 49 Pozzaglia Sabina
20 Concerviano 50 Rieti
21 Configni 51 Rivodutri
22 Contigliano 52 Rocca Sinibalda
23 Cottanello 53 Roccantica
24 Fiamignano 54 Salisano
25 Greccio 55 Scandriglia
26 Labro 56 Torri in Sabina
27 Leonessa 57 Torricella in Sabina
28 Longone Sabino 58 Turania
29 Marcetelli 59 Vacone
30 Micigliano  60 Varco Sabino

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a € 29.13 per i residenti negli altri comuni della Provincia di Rieti.

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a e € 21,28 per i residenti nei seguenti comuni della Provincia di VITERBO (fruitori di agevolazione regionale):

(*) I residenti nei seguenti Comuni montani: Acquapendente, Carbognano, Gradoli, Grotte di Castro, Latera, Onano, Proceno, San Lorenzo Nuovo, Valentano, Canepina, Capranica, Caprarola, Ronciglione, Soriano nel Cimino, Vallerano, Vetralla, Vignanello, Vitorchiano.
 I Territori Montani del Comune di Viterbo: 8° Circoscrizione San Martino al Cimino e Tobia, e parzialmente quelle zone della 6° Circoscrizione Bagnaia, cioè la zona alta sopra la ferrovia.

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a € 29.13 per i residenti negli altri comuni della Provincia di Viterbo.

Contatti per la Provincia di Viterbo

RICEVIMENTO AL PUBBLICO NEI GIORNI DI MARTEDI’ E GIOVEDI’ DALLE 9.30 ALLE 12.30

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a e € 21,28 per i residenti nei seguenti comuni della Provincia di LATINA  (fruitori di agevolazione regionale):

1 Bassiano 13 Priverno
2 Campodimele 14 Prossedi
3 Castelforte 15 Rocca Massima
4 Cori 16 Roccagorga
5 Fondi 17 Roccasecca dei Volsci
6 Formia 18 Santi Cosma e Damiano
7 Gaeta 19 Sermoneta
8 Itri 20 Sezze
9 Lenola 21 Sonnino
10 Maenza 22 Sperlonga 
11 Monte san Biagio 23 Spigno Saturnia    
12 Norma 24 Terracina

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a € 29.13 per i residenti negli altri comuni della Provincia di Latina.

 

Informazioni e contatti

Area decentrata Agricoltura Lazio Sud

Sede di Latina

P.zza Del Popolo 5 04100 Latina
PEC:  adalatina@regione.lazio.legalmail.it 

Sede di Terracina
Viale Cesare Battisti 102 – Terracina

Sede di Fondi
Via Piemonte 1

Sede di Frosinone
Via Francesco Veccia 23 - 03100 - Frosinone (FR)
PEC:  adafrosinone@regione.lazio.legalmail.it  

  • Sarrecchia Cesidio Gianni - tel.  0775851468    email: csarrecchia@regione.lazio.it 

Area decentrata Agricoltura Lazio Sud Centro
    
Sede di Roma
Via Rodolfo Lanciani, n.  38 - 00162 Roma
PEC: adaroma@regione.lazio.legalmail.it 
•    Proietti Assunta - tel. 0651686612  - e-mail: asproietti@regione.lazio.it
•    Fornari Alessio - tel. 0651686687    - e-mail: afornari@regione.lazio.it 
•    Marinucci Roberta – tel. 0651686601 – e-mail: rmarinucci@regione.lazio.it
•    Centralino per appuntamenti - tel. 0651686672

Sede di Palestrina
Via Mantova n.  17 - 00036 Roma

Sede di Palombara Sabina
Via Gino Forti snc – 00018 Palombara Sabina (RM)

Sede di Subiaco
Via della Repubblica n.  5 – 00028 Subiaco (RM)

Sede di Civitavecchia
Via Fontanelle n. 18 - 00053 Civitavecchia (RM) 

Area decentrata Agricoltura Lazio Nord

Sede di Rieti 
Via Tavola D’Argento snc - 02100 -Rieti  
PEC: adarieti@regione.lazio.legalmail.it 

Sede di Viterbo
Piazza Luigi Concetti, 3 - 01100 -Viterbo

 
Direzione regionale Agricoltura e sovranità alimentare, caccia e pesca, foreste
Area Caccia e Pesca     
Via di Campo Romano, 65 – 00173 Roma
PEC:  agrifauna@regione.lazio.legalmail.it 
Dirigente (ad interim) : Giovanni Carlo Lattanzi - tel. 0761/298602, 0746/264626, 338/4927706 e-mail: gclattanzi@regione.lazio.it
 

 

Allegati

I nostri portali di utilità

Salute Lazio

Portale del sistema sanitario regionale

Agenzia Regionale Protezione Civile

Il portale dell'Agenzia Regionale Protezione Civile

Lazio Europa

Il portale dei finanziamenti regionali ed europei

Visit Lazio

Visitlazio.com - Portale del turismo

Parchi Lazio

Portale delle aree naturali protette del Lazio

Agenzia Regionale per lo  Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio

Agenzia Regionale Sviluppo Innovazione Agricoltura Lazio

Sistema Informativo Territoriale Regionale

Sistema Informativo Territoriale Regionale

Generazioni Giovani

Opportunità ed iniziative per i giovani

Statistica Lazio

Il portale della statistica della Regione Lazio